Premio Nobel per la pace 2021

Sono Maria Ressa e Dmitry Muratov i vincitori del Premio Nobel per la Pace 2021. L'Accademia di Svezia ha deciso di assegnare il prestigioso premio ai due giornalisti "per i loro sforzi per salvaguardare la libertà di espressione, che è precondizione per la democrazia e per una pace duratura".

Filippina lei, russo lui, i due si sono distinti per le loro battaglie in difesa della democrazia e della libertà di espressione in contesti particolarmente problematici per la salvaguardia dei diritti umani. La Ressa è stata più volte incarcerata per essere stata una delle voci più critiche nei confronti del presidente filippino Duterte, mentre Muratov è uno dei fondatori del quotidiano "Novaja Gazeta", per cui ha lavorato la giornalista russa Anna Politkovskaja, morta in circostanze misteriose probabilmente per il suo lavoro di inchiesta sulle violazioni dei diritti umani dei civili Ceceni.

Ed è a tutti i giornalisti coraggiosi come la Politkovskaja che Muratov ha voluto dedicare il Premio Nobel, dichiarando "Vi dirò questo: non è merito mio. E' Novaya Gazeta. Sono quelli che sono morti difendendo il diritto dell persone alla libertà di parola. Siccome loro non sono con noi, probabilmente hanno deciso che sia io a dirlo a tutti".

Maria Ressa, fondatrice del quotidiano online Rippler, dal canto suo ha dichiarato: "Questo premio ci dà forza per continuare la lotta per la verità [...] La nostra è una battaglia per la verità. E la verità non esiste senza i giornalisti"

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, visitare questa pagina.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information