Consegnato all'ANVCG un ordigno della Seconda guerra mondiale

Venerdì 10 giugno 2022, è stato consegnato negli uffici della Presidenza Nazionale dell’ANVCG, a Roma, un ordigno risalente alla Seconda guerra mondiale che veniva usato come paracarro. Si tratta di una granata cal. 240 dalla lunghezza di  73.80 cm e dal peso di 125.8 kg.

Renato Silvestre, Assistente Tecnico B.C.M., che ha recuperato l’ordigno, dichiara che ben 19 ordigni paracarri sono stati individuati nella Caserma Gavoglio di Genova. Di questi, ben 4 risultavano ancora carichi e sono stati distrutti. I restanti, di cui è stata mantenuta la “memoria storica”, sono stati consegnati a vari entri, tra cui l’ANVCG.

La consegna è avvenuta grazie alla collaborazione del 32° Reggimento Genio Guastatori, del Comune di Genova che ha concesso il materiale, della DRAFINSUB, della Prefettura di Genova e dell’A.N.A Sezione di Genova, che ha curato il trasporto e la messa in sicurezza degli ordigni, sotto la supervisione di Lorenzo Favini, Coordinatore del Nucleo Protezione Civile ANA di Genova.

Importante anche l’intervento e la collaborazione dell’Associazione Nazionale Alpini – Sezione di Genova, per la quale è intervenuto Giovanni Comoglio.

Presente alla consegna anche Giovanni Lafirenze, referente del Dipartimento Ordigni Bellici Inesplosi dell’ANVCG, al quale sono stati consegnati anche dei simulacri di ordigni delle due guerre mondiali. Il Dipartimento testimonia quotidianamente il rinvenimento di ordigni bellici inesplosi sul suolo italiano e non, attraverso il sito biografiadiunabomba.anvcg.it. Questo lavoro di mappatura del territorio italiano, oltre ad evidenziare quanto ancora il fenomeno sia esteso, ha come scopo anche quello di monitorarlo attraverso uno scambio di dati con l’Esercito e di svolgere attività di informazione e prevenzione al rischio della collettività, in particolare dei giovani.

 

Ultima modifica il Lunedì, 13 Giugno 2022 10:46

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, visitare questa pagina.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information