Sei qui: Home articoli Info

Bandi e avvisi

Giornata nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel mondo “La vita è un capolavoro, la guerra un folle salto nel buio” – Prima edizione - Anno Scolastico 2017 – 2018, in collaborazione con Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca

Il 1° febbraio di ogni anno, si celebra la “Giornata nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel mondo”, istituita in Italia con la legge n. 9 del 25 gennaio 2017, al fine di conservare la memoria delle vittime civili di tutte le guerre e di tutti i conflitti nel mondo, nonché di promuovere, secondo i principi dell'articolo 11 della Costituzione, la cultura della pace e del ripudio della guerra.

Il riferimento non solo alle guerre del passato, in particolare alla Prima e alla Seconda Guerra Mondiale, ma a tutti i conflitti attualmente in corso nel mondo, rendono tale giornata non solo commemorativa, ma anche un momento di riflessione sulle conseguenze che le guerre di oggi, pur lontane dai nostri confini, provocano alle popolazioni, costrette a subire invalidità e mutilazioni e spesso a lasciare i propri luoghi nel tentativo di salvarsi la vita.

In occasione della prima Giornata nazionale delle vittime civili delle guerra e dei conflitti nel mondo, che ricorrerà il 1° febbraio 2018 e in virtù del protocollo d’intesa siglato il 13/11/2015, l’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra Onlus e il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca hanno istituito un bando di concorso rivolto alle scuole secondarie di II° grado dal titolo “La vita è un capolavoro, la guerra un folle salto nel buio”.

Il termine per la partecipazione è il 1° dicembre 2017
Cliccare qui per scaricare il bando e il fac-simile di domanda di partecipazione.


DOMANDE FREQUENTI (FAQ)

D: è possibile partecipare con riferimento a più di una categoria indicata nel bando (video, album, logo)?
R: sì.

D: con riferimento alla clausola "I partecipanti devono dichiarare di essere titolari di tutti i diritti di utilizzazione dell’opera presentata, nessuno escluso" presente all'interno del bando, è possibile utilizzare tracce audio/video (canzoni, spezzoni di telegiornale, reportage di guerra) non di propria produzione?
R: il materiale di repertorio può essere utilizzato, ma deve avere una funzione accessoria rispetto all'opera nel suo complesso, che deve potersi definire originale nel suo insieme.

D: è possibile realizzare un video in inglese? Se sì, occorre allegare il copione e la traduzione in italiano e/o inserire i sottotitoli in italiano?
R: sì, è possibile realizzare un video in lingua straniera ed è preferibile che l'opera contenga i sottotitoli in italiano.

D: una classe può presentare più di un lavoro (ad esempio due video)?
R: è possibile dividere la classe in due o più sottogruppi per produrre più lavori, tenendo però presente che gli stessi concorreranno autonomamente.

D: l'album fotografico può essere in formato esclusivamente digitale o deve essere inviato anche in formato cartaceo?
R: l'album fotografico dovrà essere inviato necessariamente ed esclusivamente in forma digitale.

D: le tre immagini, che comporranno l'album, possono essere intervallate/accompagnate da frasi e commenti personali?
R: sì.


 

Altro in questa categoria: « Mappa del sito

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, visitare questa pagina.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information