L'ANVCG alla XXXIX Assemblea dell’ANCI

Anche quest’anno l’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra ha partecipato alla XXXIX Assemblea dell’ANCI, l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, che si è tenuta a Bergamo dal 22 al 24 novembre 2022.

L’obiettivo è quello di attivare sinergie con i Comuni italiani per dare concreta attuazione ai principi e ai valori espressi nella legge istitutiva dalla Giornata Nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel mondo, recepiti lo scorso anno nel Protocollo d’intesa siglato fra le due associazioni. Infatti, l’art. 2 della legge 25/01/2017 n.9, istitutiva della Giornata, stabilisce che il 1° febbraio di ogni anno gli Enti locali promuovano e organizzino cerimonie, eventi, incontri e testimonianze sulle esperienze vissute dalla popolazione civile nel corso delle guerre mondiali e sull’impatto dei conflitti successivi sulle popolazioni civili di tutto il mondo.

L’ANVCG, presente alla XXXIX Assemblea con un proprio stand, ha così lanciato insieme all’ANCI la campagna di adesione dei Comuni italiani alle celebrazioni della prossima Giornata Nazionale. La richiesta quest’anno, è quella di illuminare di blu il prossimo 1° febbraio 2023, per tre ore - dalle 18:00 alle 21:00 - i Municipi e di esporre fuori dai Palazzi civici lo slogan della campagna “Stop alle bombe sui civili”, quanto mai attuale quest’anno anche a causa del conflitto russo ucraino. Con riferimento alla campagna, di cui ricordiamo l’ANVCG è coordinatrice in Italia, è importante sottolineare l’importante traguardo raggiunto il 18 novembre scorso, con la firma da parte dell’Italia della Dichiarazione politica internazionale per proteggere i civili dalle conseguenze umanitarie derivanti dall’uso delle armi esplosive nelle aree popolate.

La firma della Dichiarazione politica internazionale è il culmine di un percorso di sensibilizzazione internazionale iniziato dieci anni fa, ma adesso e negli anni a venire “Stop alle bombe sui civili” entrerà in un’altra fase, che prevederà l’allargamento della base di adesione degli Stati (hanno firmato in prima battuta 82 Stati) e il monitoraggio che gli impegni presi con la sottoscrizione del documento siano effettivamente mantenuti.

Nel corso dell’evento lo stand dell’Associazione ha riscosso grande curiosità e attenzione, raccogliendo il sostegno, in modi diversi, di circa 300 tra amministratori locali e nazionali, tra cui alcuni Ministri del Governo in carica. Anche lo scorso anno, un numero analogo di Comuni italiani ha aderito alle celebrazioni della Giornata esponendo lo striscione con lo slogan “Stop alle bombe sui civili” e adottando una delibera consiliare a sostegno del percorso diplomatico per la Dichiarazione politica internazionale, conclusosi positivamente nel novembre scorso.

A far visita allo stand ANVCG è stato anche il Sindaco di Leopoli Andrij Sadovy che ha dialogato con i nostri rappresentanti riportando i bisogni e le esigenze delle vittime civili ucraine e al quale è stato raccontato l’impegno dell’Associazione a sostegno delle vittime civili ucraine attraverso le missioni umanitarie e la campagna straordinaria di raccolta fondi.

Ultima modifica il Mercoledì, 30 Novembre 2022 16:30

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, visitare questa pagina.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information