9 maggio – l’ANVCG alla Festa dell’Europa

Il 9 maggio 1950 l'allora ministro degli Esteri francese Robert Schuman espose la sua idea di una nuova forma di cooperazione politica per l'Europa, con la finalità, tra l'altro, di rendenre impensabile una nuova guerra tra le nazioni europee. La Comunità europea vera e propria nacque ufficialmente solo 7 anni dopo, ma questa proposta di Schuman è considerata simbolicamente l'atto di nascita di quella che oggi è l'Unione europea e  per questo motivo il 9 maggio di ogni anno ricorre la "Festa dell'Europa".

Lo stretto legame tra l'Unione Europea e la pace è rafforzato a livello simbolico dalla circostanza che questa stessa data  segna, di fatto, anche la fine della Seconda guerra mondiale, dato che il 9 maggio è il giorno successivo alla firma della capitolazione nazista.

Per celebrare questa ricorrenza, il 9 maggio 2017 si è tenuto a Roma un evento organizzato dall’USR Lazio (Ufficio Scolastico Regionale) in collaborazione con la Commissione Europea- Rappresentanza in Italia, con l’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra e con il Circolo Canottieri EUR, che si è svolto presso il circolo Canottieri EUR  e ha visto la partecipazione di oltre 1500 studenti, oltre a quella di diverse importanti autorità istituzionali.

Dopo l’apertura della cerimonia con l’esecuzione degli inni d’Italia e d’Europa, la giornata è proseguita con diverse esibizioni musicali e coreografiche, oltre ad attività sportive con barche a vela e canoe presso il laghetto dell’EUR.

Nel suo intervento il Presidente dell'ANVCG Giuseppe Castronovo ha voluto ricordare il senso più profondo della ricorrenza: "Questa non è una giornata qualsiasi, ma sottolinea la pace che perdura ormai da 70 anni nella nostra meravigliosa Europa. La pace è il valore più alto che ci possa essere nella vita dell’uomo. Voi ragazzi dovete lavorare affinché la guerra non abbia mai il sopravvento su questo valore inestimabile. Questo è il messaggio più importante che passa dall’Europa: preservare la pace. La guerra può essere debellata solamente se le nuove generazioni vorranno cancellarla dal proprio vocabolario". 

La giornata è terminata con il lancio nel cielo di 1000 palloncini recanti il simbolo dell’Europa.

Ultima modifica il Mercoledì, 10 Maggio 2017 11:42

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, visitare questa pagina.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information