Fosforo in spiaggia, ustionato un quattordicenne in provincia di Ravenna

Mercoledì 24 febbraio, nel tratto di spiaggia tra Milano Marittima e Savio, un quattordicenne ha raccolto un blocco di fosforo che si trovava a riva, vicino all’acqua, scambiandolo per una pietra dal colore particolare. Pochi minuti dopo il blocco di fosforo ha preso fuoco mentre il ragazzo si trovava in auto con la madre. Sul posto sono accorsi immediatamente i Carabinieri e i Vigili del Fuoco, chiamati per spegnere le fiamme.  Il ragazzo è stato poi portato in ospedale a causa delle ustioni riportate alle mani ed è stato dimesso il giorno successivo.  

Purtroppo non si tratta del primo episodio di rinvenimenti di frammenti di bombe al fosforo in quel tratto di spiaggia. Ad aprile 2020, un bagnino è rimasto ferito mentre tentava di spostare i resti della bomba al fosforo in un’area più sicura. La bomba era stata neutralizzata dagli artificieri, ma alcuni frammenti erano rimasti occultati sotto la sabbia.

Alla luce di quest’ultimo episodio, occorre subito rendere inaccessibile il tratto di spiaggia e svolgere dei lavori di bonifica.

Sono anni che la nostra Associazione denuncia non solo la pericolosità ma anche il potenziale danno al normale svolgimento della vita quotidiana costituito dagli ordigni bellici inesplosi.

A questo proposito l'Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra ha promosso e realizzato il progetto DE-ACTIVATE, con il contributo del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, allo scopo di sensibilizzare le scuole al problema costituito dagli ordigni bellici inesplosi ed educare i ragazzi ad assumere un comportamento corretto in caso di ritrovamento. Il progetto è parte della più ampia strategia dell'Associazione, composta da vittime civili di questi ordigni colpite anche a distanza di molti anni dalla fine delle ostilità, per trasformare gli episodi di ritrovamento da fatti di "colore" delle cronache locali, in episodi di rilevanza nazionale ai fini della messa in sicuro del territorio.

Per seguire il lavoro di mappatura del Dipartimento Ordigni Bellici Inesplosi dell'ANVCG cliccare qui.


Ultima modifica il Venerdì, 26 Febbraio 2021 11:22

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, visitare questa pagina.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information