27 maggio - 1 giugno: Settimana della Protezione dei Civili alle Nazioni Unite

Nel 1999 il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha aggiunto il tema della Protezione dei Civili nei Conflitti Armati (Protection of Civilians - PoC) nella sua agenda, riconoscendo così ufficialmente il legame tra salvaguardia delle popolazioni civili nelle guerre e i concetti di Pace e Sicurezza. La storica risoluzione 1265 ha fissato quindi quelli che sono tutt'oggi i pilastri fondamentali del tema:

  • Aumentare il rispetto e l'aderenza al quadro legale internazionale esistente e alle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza nella conduzione delle ostilità
  • Facilitare l'accesso da parte dei civili all'assistenza umanitaria
  • Protezione degli sfollati a causa delle guerre, soprattutto donne e bambini
  • Rispondere adeguatamente alle violazioni, attraverso l'adozione di misure specifiche per ogni caso e la promozione di un sistema di responsabilità (il cosiddetto principio di accountability)
Dal 1999 a oggi, il Consiglio di Sicurezza ha adottato 10 risoluzioni che ruotano intorno proprio a questi principi, cercando di fornire adeguato spazio di attuazione.

Quest'anno il dibattito del Consiglio di Sicurezza sulla PoC è fissato per il 27 maggio. Gli Stati saranno chiamati a discutere del recente rapporto del Segretario Generale ONU sullo stato della Protezione dei Civili nel 2019. Il rapporto, tra i vari aspetti, sottolinea per l'ennesimo anno consecutivo l'alta preoccupazione per il grave danno umanitario causato dalle armi esplosive nei conflitti urbani, impatto ulteriormente aggravato dalla pandemia mondiale di Covid-19. Per questa ragione, l'ANVCG (insieme con Campagna Italiana con le Mine e Rete Italiana per il Disarmo) sta portando avanti un'azione di sensibilizzazione delle istituzioni italiane, affinché in sede di dibattito manifestino una volta per tutte il sostegno all'adozione della dichiarazione politica internazionale per proteggere i civili dalle sofferenze causate dai civili. Le negoziazioni per il testo della Dichiarazione, si ricorda, sono arrivate quasi alla fine ed è più che mai importante che gli Stati aderiscano ad alcuni principi fondamentali, come l'astenzione dall'uso di quelle armi esplosive che abbiano effetti a largo raggio. Maggiori informazioni sulle richieste di ANVCG e della rete INEW di cui fa parte sono disponibili in questo briefing paper.

Successivamente al dibattito nel corso della settimana e fino al 1 giugno sono previsti i cosiddetti "side event", cioè eventi tematici collaterali organizzati dalle organizzazioni della società civile, stati e organizzazioni internazionali. Quest'anno, a causa della pademia mondiale causata dal coronavirus, tutti gli incontri e side event saranno organizzati online. E' possibile consultare il calendario online qui.


Ultima modifica il Mercoledì, 27 Maggio 2020 10:08

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, visitare questa pagina.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information