Otto anni di violenza esplosiva indiscriminata sui civili

Lo scorso luglio 2019 Action On Armed Violence, una delle ONG fondatrici di INEW, la rete internazionale di cui ANVCG fa parte, ha pubblicato una ricerca che riassume otto anni di indagine (2011-2019) sull'impatto dell'impiego delle armi esplosive nelle aree popolate, condotta esaminando minuziosamente i media di lingua inglese.

Dalla lettura della ricerca emergono tre fatti chiave:

- Le vittime della violenza esplosiva nelle guerre urbane sono civili nella grande maggioranza dei casi. In meno di dieci anni, i civili colpiti sono stati oltre 230.000 persone, con una media di 79 al giorno
- Le armi esplosive più pericolose per l'incolumità dei civili sono quelle con effetti ad ampio raggio a causa della conformazione topografica delle città
- I dispositivi più letali sono gli ordigni bellici artigianali/improvvisati (Inprovised Explosive Device - IED): oltre ad avere una potenza distruttiva che si abbatte in maniera indiscriminata sulla popolazione, se rimangono inesplosi rendono impraticabile le infrastrutture e inaccessibili numerosi edifici di interesse civile.

Allo scopo di sensibilizzare le istituzioni e il grande pubblico sul problema della violenza indiscriminata sui civili costituita causata dall'impiego delle armi esplosive nelle aree popolate, l'ANVCG coordina in Italia la Campagna "Stop alle Bombe sui Civili", per dare seguito all'iniziativa internazionale di INEW "Stop Bombing Towns and cities" e sarà presente alla Conferenza internazionale di Vienna sul tema i prossimi 1 e 2 ottobre per rappresentare la sensibilità della società civile italiana su questo tema.

Una presentazione più completa ed esaustiva del rapporto è disponibile sul sito dell'Osservatorio ANVCG sulle vittime civili dei conflitti.

Ultima modifica il Martedì, 08 Ottobre 2019 10:24

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, visitare questa pagina.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information