Sei qui: Home Attualità 2018

I nuovi numeri della violenza esplosiva - luglio 2018

Lo scorso 8 agosto Action On Armed Violence (AOAV) ha rilasciato il consueto aggiornamento mensile sul fenomeno della violenza esplosiva nel mese di luglio 2018.

Secondo il rapporto, in tutto il mondo le vittime civili dell'impiego di armi esplosive nelle aree popolate (morti e feriti) sono state 2.362, il 75% delle persone colpite da violenza esplosiva nel mese di luglio.
La maggior parte delle vittime (66%) è stata colpita da ordigni bellici artigianali; il restante 36% da bombe lanciate via terra e aria. I paesi dove i civili sono stati più colpiti dalla violenza esplosiva sono stati Siria, Pakistan, Afghanistan, Yemen e Iraq.

AOAV è una delle organizzazioni della società civile fondatrice della rete INEW, il network contro le armi esplosive di cui anche l'ANVCG fa parte. Dall'iniziativa internazionale "Stop bombing towns and cities" di INEW è nata la campagna italiana "Stop alle bombe sui civili" dell'ANVCG. E' nell'ambito del suo impegno internazionale a favore della popolazione civile coinvolta nei conflitti che ANVCG parteciperà il prossimo 12 settembre al secondo workshop EWIPA.

Per leggere l'intero rapporto di AOAV in lingua inglese, cliccare qui.

Ultima modifica il Martedì, 04 Settembre 2018 14:03

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, visitare questa pagina.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information