Sei qui: Home Attualità 2017

Legge di bilancio 2018 - sventato taglio sulle pensioni di guerra

Durante i giorni precedenti la presentazione ufficiale della legge di bilancio 2018 da parte del Governo, una fonte molto autorevole – Il Sole 24 Ore – ha dato notizia di una possibile “stretta sulle pensioni di guerra”, consistente nella limitazione del diritto alla reversibilità per il coniuge superstite solo al caso di sussistenza di inabilità e reddito inferiore al limite di legge e nella eliminazione del diritto degli orfani e dei genitori.

Una volta verificato presso gli uffici competenti che questa notizia aveva un concredo fondamento, l'ANVCG si è prontamente attivata, rivolgendo un forte e deciso appello alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e al Ministero dell’Economia e delle Finanze, per chiedere l’immediata eliminazione di questa inaccettabile proposta prima che il testo definitivo fosse licenziato e preannunciando, in caso contrario, una veemente mobilitazione di tutta la nostra categoria.

Fortuntamente, anche a seguito di questo intervento, il testo ufficiale della legge di bilancio 2018 ora all'esame del Senato non contiene alcuna norma relativa alle pensioni di guerra. L'attenzione dell'ANVCG resta comunque molto alta, al fine di evitare nuove sgradite sorprese durante l’iter della legge.

Spiace davvero constatare che, dopo le ben note proposte di tassazione avanzate negli anni scorsi e decadute anche e soprattutto per la nostra mobilitazione, le nostre pensioni siano state nuovamente oggetto di una concreta minaccia, che non trova giustificazioni neanche dal freddo punto di vista delle cifre e dell’equilibrio di bilancio.

Questa vicenda è un’ennesima dimostrazione che la piena conservazione di tutti i diritti dei pensionati di guerra – resa possibile in questi duri anni di continui tagli economici anche per l’impegno e lo sforzo della nostra Associazione – è un risultato la cui importanza non deve assolutamente essere sottovalutata.

Data questa situazione l'Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra continuerà con tutte le sue forze a difendere e tutelare i diritti di tutti i pensionati di guerra in ogni sede, così come ci richiedono la legge, lo Statuto e soprattutto la nostra storia e la nostra coscienza.
   

Ultima modifica il Giovedì, 02 Novembre 2017 10:41

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, visitare questa pagina.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information