Sei qui: Home articoli 2012

Via le barriere architettoniche, Fornero: "Un impegno che l’Italia ha assunto"

Il ministro interviene alla presentazione del Fiaba day: "Se lavoriamo tutti insieme da qui a un anno potremmo tagliare qualche traguardo". Appuntamento il 7 ottobre: visite guidate a palazzo Chigi per persone con disabilità, anziani, bambini

ROMA – L’eliminazione delle barriere architettoniche deve essere una priorità delle istituzioni. Lo ha sottolineato il ministro del Lavoro e delle politiche sociali Elsa Fornero, intervenendo alla presentazione oggi a Roma della decima edizione del Fiaba day. “L’adeguamento dei luoghi di vita e di lavoro, delle modalità del comunicare e la partecipazione di tutti alla vita attiva è uno degli impegni che la società civile deve darsi – afferma il ministro - . Ed è un impegno che l’Italia ha assunto. Resta da fare ancora parte di un percorso, non solo in termini di strutture ma anche culturale. Ma se lavoriamo tutti insieme da qui a un anno potremmo tagliare qualche traguardo”. Il ministro ha ricordato che nel 2009 l’Italia ha sottoscritto la Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità. “Quanto alle regole come paese ci siamo. Abbiamo anche istituito un Osservatorio al cui interno ci sono sei sottogruppi di lavoro – aggiunge Fornero sottolineando che però quello che manca è l’interiorizzazione di certi comportamenti che sono dettati non solo dalle regole ma anche da una buona educazione. “La disabilità è un concetto in evoluzione ed è una condizione che può capitare a chiunque. Ci sono certi periodi della vita in cui siamo più limitati, come nel caso delle donne incinte – continua il ministro – è un tratto comune a tutti”.
 
La decima edizione della “Giornata nazionale per l’abbattimento delle barriere architettoniche” si svolgerà domenica 7 ottobre, dalle ore 9 alle ore 19 a Piazza Colonna a Roma. Come nelle precedenti edizioni Palazzo Chigi aprirà le porte alle visite guidate nelle sale interne a gruppi di persone con disabilità, anziani, bambini e loro accompagnatori. “Quest’anno festeggiamo il decennale di questa iniziativa. In dieci anni dal lancio sono state più di cinquemila le persone con disabilità che hanno visitato palazzo Chigi e che hanno partecipato alla manifestazione – sottolinea il presidente di Fiaba Giuseppe Trieste – dobbiamo, però, fare ulteriori sforzi per rendere questo paese confortevole non solo per i suoi cittadini con disabilità ma anche per tutti coloro che vengono a visitare l’Italia. Non so se ci riusciremo, è importante però che il governo faccia suo questo impegno – aggiunge -  Ma anche le amministrazioni locali devono fare in modo che l’abbattimento delle barriere sia un obbligo, la legge 13 spesso non viene attuata perché non c’è nessuno che vada a controllare come si costruisce”.
 
Nella giornata di domenica diversi artisti si esibiranno sul Palco Fiabaday allestito a piazza Colonna: dal cantante Luca Virago all’attore comico Federico Perrotta con Valentina Olla, il gruppo di pizzica-world music Scantu de core, i cantautori Fedele Mazzetti e Roberto Biagiotti, il musicista sordo Emanuele Amici, il gruppo folkloristico moldavo “Artaras”, la scuola di ballo “Andrew’s dance school”di Pescara, gli allievi con disabilità della scuola di Judo “All’orizzonte” di Francavilla al Mare e il gruppo di ballo e danze popolari “Il cerchio dell’amicizia e Hagape2000”.
Il Fiabaday sarà preceduto il 5 ottobre da un torneo di calcio, giunto alla sua sesta edizione, che si svolgerà presso il Centro sportivo olimpico dell’Esercito e vedrà confrontarsi la nazionale italiana parlamentari, la rappresentanza di Città del vaticano, il Gruppo donatori di sangue della presidenza del Consiglio e una rappresentanza del Consiglio superiore della magistratura. (ec)

© Copyright Redattore Sociale

Ultima modifica il Giovedì, 04 Ottobre 2012 15:02

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, visitare questa pagina.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information